Busto Arsizio commette una rapina e aggredisce gli agenti

Nella serata di ieri, la Polizia di Stato di Busto Arsizio, ha tratto in arresto un uomo di cittadinanza turca di 21 anni resosi
responsabile di rapina impropria aggravata e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

L’uomo dopo aver consumato una rapina impropria all’interno di un bar del centro cittadino di Busto Arsizio e aver malmenato il titolare del locale ed un avventore che avevano tentato di impedirgli di portare a compimento il reato si è dato alla fuga.

Prima che gli operatori della Squadra Volante del Commissariato di Busto Arsizio riuscissero ad individuarlo venivano fermati
da un altro ragazzo che li portava a conoscenza dell’essere stato, solo qualche istante prima, avvicinato da un uomo la cui descrizione corrispondeva a colui che questi stavano ricercando; questi gli strappava il telefono di mano ed alla rimostranza
del titolare del bene l’uomo gli scagliava contro lo stesso cellulare e lo colpiva con un pugno al volto per poi darsi nuovamente alla fuga.

Qualche minuto più tardi gli operatori della Squadra Volante individuavano l’autore di tali delitti che se ne stava seduto in
Piazza Vittorio Emanuele e che, alla vista degli operanti, si dava a precipitosa fuga seguito dagli stessi e da un equipaggio
della Polizia Locale nel frattempo allertata ed intervenuta per dare il debito ausilio.

Inseguito sino alla Via Fratelli d’Italia ecco che l’uomo veniva raggiunto e dava corso ad una resistenza attiva per evitare il
controllo; resistenza consistita nel colpire fisicamente gli operatori che riuscivano a portare alla calma la parte solo quando
questi si avvedeva che uno degli agenti estraeva il TASER in dotazione e solo dopo aver compreso, grazie agli avvertimenti di
>circostanza, quelle che potevano essere le conseguenze circa il prossimo utilizzo dell’arma.

Ma, appena gli operanti si avvicinavano al fine di assicurarlo, il prevenuto si alzava di scatto e colpiva violentemente con
una gomitata all’addome uno degli agenti e con una testata un altro intraprendendo una nuova colluttazione con gli operanti che era vinta con non poca difficoltà per la superiorità numerica degli operanti.

Condividi:

Related posts