Busto Arsizio arresto per resistenza a pubblico ufficiale

Martedì pomeriggio 17 Agosto, alle 15:30, la Polizia di Stato di Busto Arsizio, durante lo svolgimento di un servizio straordinario condotto in cooperazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Milano, ha arrestato un trentunenne italiano per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Ancora un caso di atteggiamento decisamente “sopra le righe”, che non può trovare spiegazione che nell’abuso di alcol.

In via Mazzini era in corso il controllo degli occupanti di un’autovettura, da un’altra auto in transito sono partite grida offensive indirizzate verso gli agenti da un individuo che si sporgeva con il busto dal finestrino. I poliziotti si sono messi subito all’inseguimento dell’auto, raggiungendola in via Dante.

Mentre due dei tre occupanti, piuttosto sgomenti per la condotta del compagno, hanno subito collaborato con i poliziotti, il trentunenne, con alito “alcolico” e bava alla bocca, sceso dall’auto ha continuato in una sequela di insulti e minacce cercando ripetutamente lo scontro fisico con gli agenti.

Probabilmente proprio per il distacco mostrato dagli operanti, che ignorandone le provocazioni e limitandosi a contenerlo lo hanno informato che avrebbe avuto bisogno di un avvocato, l’esagitato si è abbassato i pantaloni e alzato la maglietta mostrando il membro.

Si è poi gettato nuovamente contro gli agenti pronunciando frasi irripetibili sotto gli occhi sbigottiti di alcuni passanti.

A quel punto l’uomo, già con altri precedenti di polizia a suo carico, è stato arrestato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Condividi:

Related posts