Busto Arsizio arrestato 21 enne per rapina

Dal furto alla rapina fino alle manette: così si può sintetizzare la serata di un tunisino di 21 anni, con numerosi precedenti, sottoposto a fermo di polizia giudiziaria intorno alle 19,00 di mercoledì 23 marzo dagli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio.

Poco prima una donna che percorreva a piedi via Mameli ha avvertito uno strappo alla borsa che portava a tracolla e, controllandone il contenuto, si è accorta che il telefono cellulare era sparito.

La vittima ha immediatamente individuato il ladro in un giovane che, con il capo parzialmente coperto da un cappuccio, si stava allontanando velocemente.

Alla scena avevano però assistito alcuni volontari della Croce Rossa Italiana di passaggio, che immediatamente si sono messi all’inseguimento del malfattore, raggiungendolo e invitandolo a restituire il maltolto.

Il ladro a quel punto ha estratto dalla tasca un coltello ma, accortosi che i volontari stavano chiamando il 112, per limitare i danni ha restituito il cellulare per poi darsi alla fuga in direzione centro città.

Immediato l’intervento delle Volanti del Commissariato di via Ugo Foscolo che, mantenendosi in contatto telefonico con i richiedenti, si sono messi sulle tracce del fuggitivo intercettandolo e bloccandolo, dopo un altro breve tentativo di fuga, lungo viale Duca d’Aosta.

Condotto in Commissariato e identificato, è risultato privo di una stabile dimora e con diversi alias e precedenti tra i quali spaccio di droga, rapina, furto, lesioni personali e possesso di oggetto atto a offendere.

E’ stato quindi sottoposto, d’intesa con il PM di turno, a fermo di Polizia Giudiziaria e associato al carcere.

Condividi:

Related posts