Busto Arsizio, 20enne arrestato con oltre tre etti di Hashish

Non studiava e non lavorava. Così per guadagnare qualche cosa, un giovane di 20 anni residente in città ha pensato bene di dedicarsi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Agli agenti della Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio è arrivata però una segnalazione che lo indicava come possessore di una considerevole quantità di sostanza stupefacente destinata alla vendita in parchi pubblici cittadini.

Agli agenti non è restato altro da fare che verificare quanto appreso portandosi presso l’abitazione del ragazzo. In un primo momento, sono stati consegnati dal ragazzo quattro ovuli contenenti hashish per un peso totale di circa 40 grammi. Probabilmente credeva che con la consegna spontanea della sostanza stupefacente, gli agenti si sarebbero accontentati, negando di averne altra quando gli è stato richiesto.

Gli agenti hanno preferito verificare di persona controllando in modo più approfondito all’interno dell’abitazione e trovando, nascosti sotto il sacco della spazzatura, due panetti interi e altri pezzi di hashish per un totale di 270 grammi. Sentito il P.M. di turno, il ragazzo è stato arrestato per detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente.

Sempre in tema di sostanze stupefacenti, la dipendenza da droghe erroneamente ritenute leggere, nei giorni passati ha spinto un ragazzo di appena 18 anni, sempre residente in città, a farsi prestare un’autovettura da un conoscente per potersi recare nelle zone boschive al confine cittadino oramai rinomate per lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Controllato dalla volante, il ragazzo, oltre ad essere segnalato alla Prefettura di Varese come assuntore di sostanza stupefacente, si è vista sequestrare la marjuana appena acquista e sequestrare l’autovettura, priva di copertura assicurativa.

La patente di guida è stata invece ritirata ad un quarantenne residente nel milanese a cui, nelle stesse circostanze del diciottenne, è stato sequestrato un grammo di cocaina.

Condividi:

Related posts