“Bike to work” un successo per Olgiate Olona

 Il successo del progetto è racchiuso in numeri precisi: 48 adesioni da parte di cittadini, 17.605 chilometri percorsi, 2112 chilogrammi in meno di emissione di CO2 nell’ambiente.

Il comune di Olgiate Olona saluta con soddisfazione il buon esito dell’iniziativa “Bike to work” volta a promovere nella popolazione la propensione alla mobilità dolce, ovvero l’impiego della bicicletta per recarsi al lavoro o per spostarsi tra le vie del territorio cittadino.

L’intento di quanto promosso dall’amministrazioner comunale retta dal sindaco Giovanni Montano era, come si legge in una nota, di “incentivare i virtuosi che scelgono la bici per andare sul posto di lavoro”.

E, appunto, quarantotto olgiatesi hanno risposto presente.  Interessanti anche i dati riguardanti i luoghi in cui gli utenti si spostano per le loro incombenze lavorative: “Olgiate Olona, Legnano e Busto Arsizio – prosegue la nota- rappresentano le destinazioni del 61 per cento degli utenti, i comuni a oltre dieci chilometri di distanza come Casorezzo, Samarate, Tradate, Venegono Superiore e Rho costituiscono la destinazione del 16 per cento degli iscritti, infine, il 5 per cento degli utenti, lavorando in città distanti, sceglie di combinare bici e treno (Milano e Ceriano Laghetto). Insomma, destinazioni eterogenee accomunate dalla volontà di realizzare uno spostamento ecologico che garantisce sia una migliore salvaguardia dell’ambiente, sia la possibilità di tenersi in forma.

I 17.605 percorsi dagli utenti che hanno condiviso il progetto, indica la nota, “hanno corrisposto a un incentivo economico pari a 4.401 Euro, tenendo conto però che il tetto massimo per ogni partecipante è stato definito in 50 Euro, sono stati erogati 758 buoni pasto up-day del valore nominale di cinque Euro”.  Parole di soddisfazione emergono dall’assessore all’ambiente Leonardo Richiusa che afferma: “l’obiettivo principale del progetto, fortemente voluto dall’amministrazione comunale e dal comando di Polizia Locale, è la disincentivazione all’uso dell’automobile, promuovendo l’utilizzo della bicicletta e di altre modalità di trasporto rispettose dell’ambiente”.

Il progetto, peraltro, ha aggiunto Richiusa, ha consentito di fornire una risposta più adeguata alle esigenze di mobilità che hanno subito una restrizione a causa dell’emergenza Covid.  Viste le campane a festa per il 2020, la giunta Montano ha deciso di rilanciare l’iniziativa anche per il presente anno.

Con una novità fondamentale: l’estensione anche ai cittadini che vengono a Olgiate per lavorare di provenienza da altri comuni non limitando quindi il discorso ai soli residenti. “Anche l’Organizzazione mondiale della Sanità- chiosa Montano – raccomanda di muoversi in bicicletta per garantire il distanziamento sociale e mantenersi in salute, senza salute, come purtroppo stiamo vedendo, non vi è economia nè ripresa, per iniziare a fare bike to work ci vogliono un pizzico di volontà , entusiasmo e buone motivazioni.

La ciliegina sulla torta? Qualche spicciolo che può essere sempre utile”. Insomma, un guadagno di salute, un risparmio economico e un modo più originale per raggiungere il proprio posto di lavoro. Magari, pur facendo attenzione alla strada, notando particolari di cui, spostandosi su quattro ruote, difficilmente ci si accorge.  Olgiate e la bicicletta hanno quindi stretto un’alleanza destinata a farsi nel tempo sempre più solida. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts