Attività della Polizia di Stato nelle stazioni lombarde durante il periodo estivo

Sono 252.579 le persone controllate, 87 gli arrestati di cui 30 latitanti catturati, 864 indagati in stato di libertà, 485 le sanzioni elevate, di cui 154 in materia di sicurezza ferroviaria.

Questi i risultati dei servizi, intensificati della stagione estiva appena trascorsa, nelle stazioni e sui treni, da parte della Polizia Ferroviaria del Compartimento Lombardia. 7.610 servizi di vigilanza in stazione e 2.776 servizi di vigilanza a bordo treno; 6.156 i treni presenziati, 484 i servizi antiborseggio in abiti civili per meglio contrastare, in particolare, i furti in danno dei viaggiatori, 15 servizi straordinari di controllo del territorio, 213 le persone proposte per misure di prevenzione, 941 le pattuglie lungo linea.

I controlli e l’intera attività della Polfer hanno così contribuito a garantire la sicurezza dei viaggiatori, particolarmente numerosi nel periodo estivo, in ambito ferroviario. Gli arresti, avvenuti prevalentemente nella stazione di Milano Centrale, sono stati eseguiti per i reati di furto, spaccio di sostanze stupefacenti ed in esecuzione agli ordini di arresto.

Si segnala in particolare, quello avvenuto nella stazione di Monza, nel corso di un servizio di prevenzione dei reati, verso la metà dello scorso giugno, tre minori sono stati arrestati per rapina, in flagranza di reato, ai danni di un minorenne. Gli agenti dopo aver appresso la notizia della rapina hanno accertato l’identità dei tre e con la collaborazione dell’arma dei carabinieri hanno arrestato gli autori.

Oltre ai consueti controlli, da giugno alla prima decade di settembre, la Polfer è stata anche impegnata in giornate di controlli straordinari, disposte dal Servizio Polizia ferroviaria su tutto il territorio nazionale: 4 operazioni “Oro Rosso” (mirate al contrasto del fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario), 4 “Rail Safe Day” (finalizzate ad individuare e contrastare comportamenti scorretti che pregiudicano la sicurezza della circolazione dei treni e degli utenti) e 3 “Stazioni Sicure” (mirate ad incrementare il livello di sicurezza negli scali con controlli straordinari per incrementare il livello di sicurezza negli scali).

Nel mese di giugno è stata svolta anche un’operazione “Rail Action Day”, finalizzata alla prevenzione ed al contrasto dei fenomeni criminosi maggiormente ricorrenti in ambito ferroviario a cui partecipano, nell’ambito dell’Associazione Railpol, le Polizie ferroviarie e dei trasporti dei maggiori Paesi europei, per condurre un’azione coordinata a livello internazionale che garantisca la sicurezza del trasporto ferroviario.

Condividi:

Related posts