A Gorla Maggiore nasce il Progetto Cicogna

 Nel novero delle felicità è tra le più grandi. Non di solo supporto amorevole e affettivo si sostanzia però l’essere genitori, ma anche del possesso di salde competenze.

E di questo è consapevole il comune di Gorla Maggiore che ha varato il “Progetto Cicogna”. Un’idea che, nelle intenzioni della giunta retta dal sindaco Pietro Zappamiglio, intende essere “un servizio innovativo di sostegno alla neogenitorialità attraverso azioni di sostegno e accompagnamento postnascita fino al compimento dei sei mesi del nascituro”.

Ossia fin verso il periodo in cui il bambino comincia a esplorare in maggiore autonomia il mondo pur non affrancandosi naturalmente dalla presenza dei genitori. “Il progetto – prosegue il comune nella sua illustrazione – è finalizzato alla presa in carico e alla cura delle neomamme e dei loro bambini e rappresenta un intervento innovativo e sperimentale che richiede, pertanto, la collaborazione dei soggetti del terzo settore anche attraverso percorsi di collaborazione”.

Percorsi che articoleranno in quattro ambiti: sostegno all’allattamento materno, capacità di favorire la ripresa della mamma monitorandone lo stato di benessere generale, valutazione dell’interesse del bambino, accompagnamento dei genitori nel processo di conoscenza del loro piccolo. “Usufruire dell’aiuto da parte di personale qualificato – continua il comune- impedisce che vengano divulgate informazioni non corrette e non pertinenti, andando così ad aumentare la fisiologica confuzione esistente nel momento del ritorno a casa dopo il parto e nei primi giorni a seguire”.

Il comune intende quindi portare avanti il progetto a braccetto con le realtà del terzo settore impegnate in questi ambiti nella quotidianità e pertanto in possesso del necessario bagaglio tecnico ed esperienzale per fornire un supporto efficace e costante.

E invita i sodalizi potenzialmente interessati e in grado di svolgere questo supporto prezioso a farsi avanti entro il 6 Marzo inviando una email a protocollo.gorlamaggiore@legalmail.it.   

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts