A Cairate un piano per il diritto allo studio

 Il documento viaggia su una cifra eloquente: 478.600 Euro. Per il “Piano per il diritto allo studio” la giunta di Cairate del sindaco Paolo Mazzucchelli ha stanziato un importo che supera di 86.220 Euro quello stanziato per l’anno precedente.

Non estraneo a questo discorso è stato il fatto di dover tenere conto dell’emergenza pandemica ma complessivamente il documento che disciplina i varii gradi didattici degli studi sotto il cielo di Cairate va a calarsi su una situazione in mutamento quasi per definizione.

Nel documento elaborato dall’assessore Anna Pugliese con la consulenza del responsabile del settore affari generali e cultura Giacomo Celesti si  parte dallo stanziamento di un importo di 4250 Euro in più a supporto dell’acquisto di speciali  attrezzature scolastiche volte ad affrontare l’emergenza coronavirus. “Il servizio di ristorazione scolastica- aggiunge Celesti – è partito lo scorso 5 ottobre perchè i rientri pomeridiani a scuola sono stati previsti a partire da questa data, ma la ristorazione scolastica è stata garantita dal 14 settembre”.

Non più nel tradizionale luogo deputato alla mensa nell’ex oratorio femminile di Bolladello bensì direttamente in classe per esigenze di sicurezza degli alunni. Il documento ha previsto anche l’anticipo dell’attivazione del servizio di prescuola dalle 7.30 alle 7.15 e l’avvio del postscuola con gruppi di un massimo di quindici bambini con un supplemento di educatori.

Allo studio dell’amministrazione vi  è anche il progetto “Openschool” per aprire le porte della scuola ai ragazzi anche durante  i giorni in cui questa non è aperta. Una new entry è rappresentata da un progetto di educazione alimentare rivolto ai piccoli in collaborazione con la società Sodexho che gestisce il servizio di ristorazione scolastica. “Quest’iniziativa- spiega Celesti – è volta a fare conoscere al bambino anche gli aspetti tecnici legati ai pasti che andrà poi a consumare”.

Completano il quadro 100 mila Euro a supporto delle attività portate avanti dalle scuole paritarie e i contributi allo “Sportello genitori”.

In previsione, tra gli interventi migliorativi dell’assetto funzionale dei plessi cairatesi, ve ne è tra l’altro uno pari a 350 mila Euro per l’efficientamento energetico delle scuole don Milani. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts