A Cairate l’obiettivo è il verde

Tre tappe di intervento e un importo messo in campo di 23 mila Euro. Nella necessità di dare all’arredo urbano del suo territorio un potenziamento in termini di funzionalità ed estetica l’amministrazione comunale di Cairate retta dal sindaco Paolo Mazzucchelli ha posto una delle sue priorità.

Per questo ha varato un progetto che segue due direttrici: mettere in sicurezza le aree a verde e migliorare l’arredo urbano “perseguendo – si legge tra le righe del progetto stesso – l’obiettivo di tutelare il paesaggio naturale e gli ambienti meritevoli di conservazione”.

Una prima tappa consisterà, prosegue la relazione,nella “messa in sicurezza con spalcatura delle alberature nell’immediato intorno della pista ciclopedonale provinciale lungo l’intero tratto attraversante il comune di Cairate”. Tutto questo a conferma del fatto che il progetto, lungi dal mantenersi sulle linee generali, ha già elementi di chiarezza sulle zone in cui gli interventi dovranno insistere.Il secondo passaggio consisterà invece nella “riqualificazione per miglioramento dell’arredo urbano con ripiantumazione e implementazione aiuole in via Mazzini in sostituzione delle ormai vetuste presenti nell’arca di fronte alla palazzina dell’ex Municipio”.

Il terzo stadio abbraccia invece l’area di piazza Primo maggio, cuore della frazione di Bolladello,. Qui si prevedono invece “potatura e ridimensionamento del glicine presso l’area cortilizia in prossimità dell’ex palazzina dei vigili”.  La relazione evidenzia come l’intervento, una volta effettuato, dovrà essere accompagnato nel tempo da un’adeguata opera manutentiva.

“Il periodo di garanzia – si specifica- è pari alla durata di due cicli vegetativi, l’attecchimento si intende avvenuto quando, al termine di 150 giorni dopo la prima vegetazione dell’anno successivo all’impianto, le piante si presentino sane e in buono stato vegetativo”.   

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts